domenica 7 luglio 2013

AMICIZIA, altre riflessioni random


Altro giro di considerazioni su quel nobilissimo sentimento che, come ho già avuto modo di affermare più e più volte, per me ha un valore assoluto e fondamentale. Questa volta però dal punto di vista dell'amicizia uomo-donna.
Mettiamo subito le cose in chiaro: per me non esiste.
E qui so già che mi attirerò gli strali di mezzo mondo, che non è assolutamente vero, l'amiciza fra uomo e donna è possibile ed è bellissima, anzi, è molto più sincera, completa ed appagante di quelle fra due persone dello stesso sesso, e bla bla bla.
Beh, per me no.
L'Amicizia con la A maiuscola, quella per cui puoi parlare di tutto senza filtri, che sai che verrai sempre ascoltata, capita e non giudicata. Quella per cui sai che l'Altra c'è sempre e comunque, e anche TU ci sei, e soffri e gioisci allo stesso modo. Quella che quando ti succede qualcosa non vedi l'ora di raccontargliela. L'amica che ti viene in mente così dal nulla, perchè vi conoscete così bene che non puoi fare a meno di pensarla quando vedi qualcosa che sai che le piacerebbe. Quella che, anche se non ti vedi per mesi, è come se vi foste salutate ieri, perchè ci sono una sintonia e un'intesa che vanno oltre il tempo e la distanza fisica.
Ecco, questo per me non può esistere con un uomo. Ovviamente ci sono dei rapporti definiti amicizia (parola secondo me fin troppo abusata), che io personalmente considero conoscenze, nei quali possono rientrare tutti gli uomini del mondo: persone con cui ti vedi, magari anche abbastanza spesso, ci esci, vai al cinema, ci fai due chiacchiere, ma non mi viene da raccontargli i fatti miei e chiedere consigli.
Un paio di Amici uomini ce li ho anche io, con i quali ho un rapporto di grandissima confidenza e sconfinato affetto, ai quali racconto/ho raccontato tutto e tiro menate infinite chiedo consigli, però sono gay.
E sono talmente abituata a stare con loro (e mi sa che si percepisce, o ce l'ho tatuato in fronte,  visto che continuo ad attirare omosessuali che mi prendono a loro counsellor personale anche solo dopo mezz'ora che ci conosciamo), che ormai se incontro un uomo col quale mi trovo bene e entro in confidenza, automaticamente penso sia gay. Così mi metto tranquilla.
Probabilmente sono sentimentalmente immatura, che non riesco a concepire un rapporto di amicizia fra uomo e donna (etero entrambi). E invidio quelli che riescono ad avere dei rapporti di semplice amicizia con persone del sesso opposto (e ne conosco tante!). Ma nel mio caso, tutte le volte che mi è capitato di entrare in confidenza con un uomo, alla fin fine sotto sotto c'era dell'interesse non solo amichevole da una delle due parti. E quando è stato chiaro che invece da una parte era semplice amicizia, il rapporto si è irrimediabilmente incrinato.

Ultimamente mi è capitato di trovarmi in una situazione per me (molto) poco comprensibile. Ho conosciuto uno con il quale abbiamo tantissimi interessi in comune. Abbiamo iniziato ad uscire assieme con i rispettivi amici, e sono sempre state delle serate piacevolissime per tutti. Qualche sms ogni tanto, poi lui è stato via due settimane per lavoro e ci siamo sentiti tutti i giorni. Lunghissimi messaggi privati su Facebook, e un paio di volte siamo stati a chattare fino alle due del mattino. Quand'è tornato siamo usciti, per la prima volta, noi due da soli, a bere una cosa. Abbiamo parlato così tanto che non ci siamo nemmeno accorti del tempo che passava, tanto che ci siamo salutati all'una e pensavamo non fosse ancora mezzanotte. Oggi è partito per 40 giorni di vacanza itinerante africana (povero eh?!), il che significa che, dopo il messaggio che mi ha mandato prima del decollo, non ci sentiremo per un bel po'.

Il mio cervellino e le mie inaffondabili ansie di definire tutto e subito stanno lavorando a ritmo serrato da giorni. Non capisco. Non riesco a definire questo nostro rapporto, e soprattutto non so nemmeno io se vorrei che si evolvesse in qualcos'altro o se mi basta avere un nuovo amico. Che però stavolta gay non è, e questo mi sembra così strano. 




32 commenti:

  1. Certo è che un ronzio in testa te lo ha messo, altrimenti non staresti a farti domande;) In questi giorni di sua assenza avrai tutto il tempo per capire. O forse solo quando vi rivedrete capirai cosa c'è fra voi. Baci

    RispondiElimina
  2. la frase di R.Everett è tra le mie preferite e... sì, ci può essere amicizia tra uomo(etero100%) e donna(etero100%) nella mia esperienza, ma DOPO che c'è stato tutto quello che poteva esserci e si conviene sul fatto che il miglior tipo di rapporto che si vuole mantenere è l'amicizia (che equivarrebbe magari a: trombi male / baci male / ti puzza l'alito / tolto il pushup sei na sòla... ma nel mio caso vuole semplicemente dire: di tutto quello che sei e che vedo di fronte a me l'amica/o viene prima di tutto).
    però sai che ti dico? che a conti fatti un'amicizia così l'ho trovata solo dopo duemila passi sbagliati che abbiamo fatto l'uno verso l'altra, ingannandoci in continuazione e, anche se è valsa la pena di essere stata così idiota, un po' mi pento di come sono arrivata fin qui.
    quanto a te, di certo c'è dell'interesse e, fidati, smuovere e stuzzicare il cervello di un uomo può essere pericolosamente deliziosamente rischioso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui finora non c'è stato nessun passo, solo qualche battuta, qualche frase che io ho interpretato ambiguamente ma che potrebbe non esserlo nemmeno...non so manco io se sto ingannando me, lui, entrambi o nessuno dei due! :-/

      Elimina
  3. Non so che dirti, c'è chi ha amici uomini e basta, ma magari succede solo con chi non hai alcun tipo di attrazione.
    Con lui ce l'hai?

    RispondiElimina
  4. Nell'amicizia tra uomo e donna c'è sempre uno dei due che vorrebbe che la cosa se evolvesse, ma se questo non accade esiste comunque la possibilità di mantenere un buon rapporto.
    A me è capitato con una ragazza per cui avrei fatto di tutto, ma purtroppo non ricambiato
    Ora siamo ancora amici, spesso andiamo in giro insieme, anche in vacanza e dormiamo nello stesso letto senza che nulla accada
    Col tempo ho scoperto in lei delle caratteristiche che sarebbero fonte di scontri in un rapporto di coppia, ma che in amicizia riesci a superare
    Nel tuo caso mi sembra di capire che nemmeno tu abbia le idee chiare.
    Tu cosa provi per lui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella domanda, non lo so!! E' uno con cui sto bene, che mi fa piacere frequentare, vedere, parlarci, con cui vorrei fare delle cose perchè ne abbiamo tante che ci piacciono allo stesso modo, anche più che con le amiche di sempre.

      Elimina
  5. Le amicizie donna-donna e donna-uomo sono molto diverse, non confrontabili secondo me; ma non sono d'accordo sul fatto che la seconda sia sempre un bluff di qualcos'altro! Ci può essere un'affinità di pensiero fra un uomo e una donna che non vuole sfociare in nient'altro e questo potrebbe essere il tuo caso attuale. E se è così è una gran fortuna. Diversamente, può evolversi in altro (se è quello che volete entrambi) con basi molto più solide della sola attrazione fisica; anche in questo caso, un'ottima cosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è sempre andata storta si vede, infatti invidio le amicizie donna-uomo (eteri), a me non sono mai capitate. C'è molta attrazione emotiva, fisica poca. Però non posso fare a meno di paragonare i suoi occhi, buoni e dolci, con quelli della mia grande passione (che mi ha fatto soffrire come un cane), bastardi e sfuggenti. E di stare così male per una passione puramente carnale ho capito che non ne vale la pena.

      Elimina
  6. Ho un unico amico maschio. L'unico con cui sono riuscita ad instaurare un rapporto oltre la semplice conoscenza, duraturo, maturo, consapevole. Ma credo sia un'eccezione. Ci conosciamo da quando io avevo 12 anni, siamo cresciuti insieme e abbiamo un rapporto fraterno. Mai un pensiero "losco" anche perché lui era ed è innamorato da anni della stessa donna. La mancanza di attrazione fisica è condizione fondamentale, secondo me.

    Bacio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragionissima, il problema è che non so manco io se mi piace esteriormente o no!! La prima volta che l'ho visto non mi è piaciuto per niente, poi però frequentandolo ho cominciato a smussare questa mia negatività totale...pur non provando un'attrazione travolgente come per altri in passato (tipi che, alla fine, si sono rivelati o dei Deficienti patentati, o degli Stronzi immatricolati)

      Elimina
  7. Se pensi che una amicizia tra uomo e donna possa esistere solo se lui è gay allora significa che sei stata scottata in precedenza, forse è questo che blocca il tuo modo di vedere le cose, che è sempre influenzato dal passato.
    La vera amicizia non dipende dal sesso ma dallo stato d'animo che ci trasmette chi ci sta accanto.

    Ridendoci sopra mi verrebbe da dire che il problema è un altro... se sei innamorata oppure no :-P hehehehe ;-)


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bingo!! :-) In passato mi sono bruciata, altro che scottata, e faccio ancora fatica a ragionare prescindendo da quello che mi è successo. Ed è anche per quello che non saprei proprio come risponderti... ;-)

      Elimina
    2. ehehehehehehe
      so cosa vuol dire ricevere sms che ti fanno fare un sorriso grande così :-)

      oddio ci può anche stare che ci sia forte simpatia fine a se stessa, che magari non ti fa immaginare ad averlo accanto in forma diversa... vabbè intanto viviamo il momento :-))

      Elimina
  8. Per esperienza personale e fin troppo recente ti dico: se quel ronzio continua a girarti in testa....so' cazzi! Ma ti dico anche di viverti le cose come vengono. Magari ti rendi conto che è più di un amico così come ti rendi conto che è solo una "proiezione" di ciò che vi scrivete/vi dite.
    Nel mio caso, sto ancora capendo ma perchè ci sono altre variabili nella mia vita. Nel tuo....beh....ENJOY!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeehhh, è proprio quello che non capisco, se mi piace la proiezione o la realtà. Boh. Intanto ho 40 lunghi giorni di riflessione davanti...

      Elimina
  9. Che terreno impervio l'amicizia tra uomo e donna...di alcuni amici mi slno innamorata, ma di altri no e non sono gay. Sono amici. Mi cono scono profondamente. Magari alcuni non li sento da tanto...ma confiderei loro qualsiasi mio pensiero. Al di la' del sesso, guardo le persone e l'affinita' che c'e' con loro.
    Saro' un'illusa, ma ancora ci credo...

    RispondiElimina
  10. E comunque secondo me e' bellissimo questo momento in cui questa tua relazione puo' essere qualsiasi cosa...goditela! Sono mkmenti rarissimi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti un po'mi intriga questo 'limbo' ancora indefinito, che a giorni mi sveglio che vorrei di più, altri che va bene così, solo amicizia...

      Elimina
  11. Forse te ne avevo già parlato ma il mio migliore amico è un ragazzo. Bello (ma bello parecchio), intelligente e capace, in tutto quello che fa. E mi adora. E non è gay perchè la sua fidanzata (con la quale sta da più di 5 anni) è una delle mie più care amiche. Tra noi non c'è mai stato niente, siamo solo due persone che ci basta uno sguardo per capirci...però è anche vero che siamo un mondo di persone tutte diverse tra loro. Io credo che sia una questione di sensibilità. Se becchi la persona che, per le cose "giuste" sente quello che senti tu, è fatta, è amicizia. Gay o non gay che sia. Per il tuo nuovo "amico" invece...che dire? Aspetta (per quanto io odi aspettare) ...mi sa tanto che non hai altro da fare. E goditi questo momento, in qualche modo l'attesa ha una parte bella. (forse).
    Bacio tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io odio aspettare, soprattutto questi 40 giorni in cui lui vedrà delle cose meravigliose e non ci potremo sentire!! Purtroppo mi rendo conto che non so ben definire questo rapporto perchè non sono proprio abituata ad entrare in confidenza da amica con uomini etero! :-/
      Grazie per i tuoi commenti, sai sempre suscitare riflessioni importanti!
      bacione

      Elimina
  12. Il mio migliore amico è gay. L'altro mio migliore amico no, però in effetti non me lo farei nemmeno sotto tortura (viva l'onestà). E non si tratta di gusti fisici, semplicemente... è il mio migliore amico! Non so, forse per essere amici non si deve essere attratti dall'altro. In effetti, tutte le altre volte in cui credevo di avere un nuovo amico maschio, lui ci provava e io scappavo (tra molte infamate).
    :-)

    Quindi se ti attrae ed è etero... è un casino! :-)
    Tienici aggiornat*!

    RispondiElimina
  13. mi viene in mente una cosa un po' maldestra da dire (riferendomi anche a MaryP qui sopra):
    ma non è che per essere amici deve essersi annidata prima l'affinità cardiaco-intellettiva che quella sessuale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro in questo mio caso specifico c'è affinità cardiaco-elettiva, poca attrazione fisica. Cioè, all'inizio zero, adesso che ci conosciamo meglio 'mi dispiace' sicuramente meno che all'inizio. Ma non è sicuramente passione travolgente come con altri in passato. Però sono felice e mi aspetto di sentirlo spesso, esigenza che non sento con gli altri amici (mi ha appena mandato un sms per dirmi che è arrivato all'altro lato del globo, tutto bene...mio sorrisone :-D )

      Elimina
  14. Ho due carissimi amici, etero. Io ci credo, a quel genere di amicizia, ma la mano sul fuoco, quella no...
    Che anche io cara Bi credo che un livello tanto profondo ed intimo si possa avere solo tra donne. Anche se adoro i miei amici maschi, sono le mie amiche le sorelle che ho scelto nella vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene, Giuliabrooke, anche le mie anime sorelle sono donne, e certe cose le capiscono solo le donne... :-)

      Elimina
  15. nice blog!


    http://alovelystyle.blogspot.com.es/

    RispondiElimina
  16. il tuo punto di vista ci sta.
    però sappi che hai torto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho torto, ho solo un punto di vista diverso. Infatti l'ho scritto che 'per me' non esiste, e con quello intendevo che per la mia persona non può esistere, per come sono fatta io e per come concepisco la cosa. Ma ho anche detto che invidio chi ha Amici del sesso opposto e etero...io purtroppo no. Ho amici maschi etero, ma non sono assolutamete al livello delle mie Amiche-anime-affini, sono solo persone con cui esco, chiacchiero e parlo di cose varie, ma non andrei a piangergli su una spalla alle 2 di notte se mi succedesse qualcosa...

      Elimina
  17. ho carissimi amici maschi e carissime amiche.
    mi conoscono in modo imbarazzante, giuro.
    questa è la mia esperienza personale.
    ognuno ha la sua.

    RispondiElimina
  18. Io ho pensieri contrastanti.. Non sono così convinta che non esista l'amicizia uomo-donna.. Però crescendo e maturando ho capito che forse alcune "amicizie" sotto avevano altri fini.. E se prima credevo potesse esistere, ho cominciato a dubitarne! Poi in sincerità, attualmente non ho molti amici per verificare la cosa.. Perché col tempo e dopo essermi impegnata questi"amici" s sono allontanati.. Facendo capire la loro vera natura, per un motivo o per l'altro:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cmq per me
      Chi trova un amico trova un tesoro! Non è facile fare amicizia e per amici intendo persone vere:)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...