domenica 27 ottobre 2013

NUN J'A FO'

....e il titolo mi sa che la dice tutta: nun je la fò a starci dietro. Mannaggia a me, sono giorni, settimane che voglio passare di qua e dedicarmi un po'al blog, e invece proprio all'indomani del primo bloganniversario mi ritrovo a trascurarlo malamente. Non solo il mio, ma pure gli altri: non passo a 'salutare' nessuno da un sacco di giorni. Mea culpa, non me ne vogliate. Intendo recuperare. Ma sto sempre incollata al pc al lavoro, e nel tempo libero sono sempre fuori in giro. La sera sono talmente stanca che, se anche arrivo a leggere qualche post, nun j'a farei a commentare niente, che non fosse un zzzzzzzzzzzzzzzz sonnolento.
Poi oggi sono stata alla fiera del consumo critico e sostenibile, e mi sono ricordata che l'anno scorso c'ero stata come primo piccolo passo verso la risalita e la re-azione, e mi sono detto che dovevo assolutamente ri-aggiornare il blog. Così al volo e mezzo random, ma ormai s'è capito che è un po'il mio stile.
Quante cose sono cambiate in questi ultimi 365 giorni.
L'anno scorso c'ero stata da sola e un po'scazzata svogliata. Quest'anno con amici, vecchi e nuovi, 'alcuni' diventati fondamentali, di quelli che ti riempiono le giornate e l'esistenza, che non saprei più immaginare di farne a meno. Nuovi stimoli, nuove idee, una nuova sensazione di pace con me stessa e gli altri.
L'anno scorso un lavoro non ce l'avevo, e non vedevo l'ora di scappare.
Oggi un lavoro ce l'ho, precario e pure un po' frustrante, ma ho anche la sensazione di avere troppe cose da fare qui dove sono ora, che non riuscirei se me ne andassi, e allora meno male che per ora resto.
Un sorriso riflesso in un altro sorriso, una battuta stupida ma che ti fa rimanere gli occhi sognanti nelle ore a venire, e ti sale un risolino dal cuore. E ti ritrovi a voler riascoltare 'Felicità', che fino all'altro giorno ti ricordava quell'essere indegno che ti ha calpestata, mentre oggi la vuoi riascoltare perchè ti senti proprio come quella canzone: felice e un po'scema.



domenica 13 ottobre 2013

Buon primo compleblog!


Ebbene sì, in ritardo di 24h, ma è proprio il caso di dire 'Un buon compleblog a me', sulle note della conzoncina del cappellaio matto, bien sur (chissà perchè, ma è stata la prima associazione di idee che mi è venuta in mente).

Che dire, il 12 ottobre 2012 quando ho scritto questo primo, sconnesso post non avevo la più pallida idea di cosa ne sarebbe venuto fuori, men che meno che sarei riuscita a mantenere questo piccolo spazio virtuale per un anno, che 365 giorni (con oggi 366) non sono mica pochi. Come non pensavo che ci sarebbe stato qualcuno interessato a leggere i miei sproloqui pipponi post, ma tant'è, ci siete e a voi mi ci sono pure affezionata (lacrimuccia sentimentale).

Sono cambiate tante cose in quest'anno di blogvita: ho un lavoro (per quanto frustrante, precario e sottopagato); ho (ri)trovato un qualche equilibrio, strano ma vero; ho rivalutato la mia PCBP, che tanto disprezzavo; ho sbattuto la testa contro tante cose, ma ce l'ho ancora intera poggiata sul collo; ho scoperto e ravvivato interessi che un anno fa erano chiusi in fondo a un cassetto; ho conosciuto gente nuova; il mio stomaco si è riempito di nuovo di farfalle e i miei occhi hanno ripreso la forma a cuoricione, come non succedeva da tanto, troppo tempo.

Ok, basta pipponi sentimentali bando alle ciance. Per celebrare il primo blogcompleanno, vi lascio qualche dato e curiosità su questo spazio virtuale che frequentate, che al giorno d'oggi le statistiche vanno tanto di moda:
  • 15.154 visualizzazioni totali
  • Post più letto di sempre: Domani è un ca**o di altro giorno, con 287 visualizzazioni (wow!)
  • 11.105 visualizzazioni solo dall'Italia, ma sorprendentemente anche 101 dall'Ucraina (wtf?!)
  • 14% di visualizzazioni da iPad (quanto siete tecnologici!)
  • parole chiave più usate per la ricerca: oltre a 'precariamentando', troviamo 'edifici savane molto semplici', 'stereotipi svizzeri' e 'il mio Paese non mi vuole'. Vabbè.

Infine, lasciatemelo dire, GRAZIE a tutti voi che passate di qui. Chi più o meno assiduamente, chi solo una volta, chi sempre, grazie perchè siete VOI che avete tenuto vivo questo spazio per un anno e mi avete dato motivo e sprone a continuare a mantenerlo in vita.

Buon blogcompleanno lettori! :-)



lunedì 7 ottobre 2013

Un passato che non passa?!


Nei giorni scorsi mi sono ritrovata a rivangare con l'amica Nìa un (brutto) episodio di qualche anno fa. Visto che la memoria è labile, soprattutto per le cose negative, e io sono una masochista autolesionista per vocazione sempiterna, mi è venuto in mente 'Perchè non vado a rileggermi le email dell'epoca?!'. E siccome hotmail non perdona (quasi quanto una ceretta mal fatta senza abbronzatura sotto il sole d'agosto), rieccole lì, le testimonianze del passato che credevi morto e sepolto.
Mi sono ri-letta nelle parole delle email che spedivo alle mie amiche quando ero lontana: Roma, Varsavia, l'India, Bruxelles. Pezzi di una vita lontana, così lontana da non sembrare neppure la mia. Sempre in fuga, sempre alla ricerca di qualcosa. E quando credevo di averla trovata, mi ci aggrappavo con tutta me stessa, per poi vedermela sfuggire inevitabilmente fra le mani.

martedì 1 ottobre 2013

Buoni motivi per tornare, restare e costruire

http://danimatie.deviantart.com/art/Softness-374366610
 Il Paese va a puttane (in tutti i sensi), la TV e i media ci bombardano incessantemente di notizie catastrofiche su come stiamo andando a puttante affanculo a catafascio (in sottofondo sto ascoltando Ballarò, ma mi sa che è meglio se metto i Teletubbies), insomma qui uno fa davvero prima, e meno danni alla società, a legarsi un'incudine al collo e buttarsi da un ponte con tanti saluti.

E io, pessimista incallita e catastrofista nata, già qualche mese fa avevo provato ad esprimere una vocina fuori dal coro, che proprio tutto nero non fosse e che qualche cosa di buono ci fosse rimasto. Poi è successo che sono stata in un posto da sogno, un pezzetto di Paradiso in terra dove tutto sembrava facile e meraviglioso, dal quale nessuno sarebbe più voluto tornare.
E invece io sì, che volevo tornare.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...