domenica 16 marzo 2014

SCRIVI CHE TI PASSA, aka apologia dei cuscinetti-paracadute

WARNING! Post ad alto contenuto smenoso. Se ne avete pieni i maroni non volete tediarvi oltre, ci salutiamo qui, bye bye e amici come prima. Continuate a vostro rischio e pericolo.


ANZITUTTO grazie a tutti per i commenti e i suggerimenti dell'ultimo post: per il momento non si chiude, quindi se vi va, continuerete a sorbirvi i miei superpipponi megaseghementali allegri post precari, almeno ancora per un po'.

Dopo poco meno di un anno in cui mi ero illusa come una cogliona di avere finalmente trovato l'anima gemella, è miseramente finita: lui si è reso conto che siamo solo amici. Splendidi, intensi, grandi, fottutissimi amici, e quindi io ho chiuso la partita, che non ho nessuna intenzione di stare qui ad aspettare che tu arrivi un giorno e mi dica 'sai, ho conociuto una...' . E lui c'è rimasto pure demmerda, perch si aspettava che il nostro splendido, intenso, grande e fottutisismo rapporto di amicizia rimanesse comunque invariato: no grazie.

Quindi eccomi qui, per l'ennesima volta, a rimettere assieme i cocci, a ricostruirmi un'esistenza daccapo, e re-inventarmi una vita senza colui che, fino a pochi giorni fa, la riempiva quotidianamente ed era ruscito a farmi vedere i colori più brillanti, il cielo più azzurro, il sole più caldo: Bì, te sei pijata l'ennesima mazzatainculo, svegliati.


Ma, incredibile ma vero, reagisco. Ho rigorosamente bandito Tiziano Ferro e le sue nenie tagliavene dal mio ipod. Mi sento più figa che mai, nonostante lui (che, onestamente, non è che sia proprio proprio il gemello seprarato alla nascita di Alessio Boni) non mi abbia voluta. Ho voglia di uscire, bere, divertirmi e conoscere gente. Fra un paio di we vado dalle Amiche a Milano. A Pasqua ho prenotato un volo per una delle location più sbagasso dell'emisfero Nord, 2 settimane di solemaremojitoplayasalsa.

E poi, parlo. Scrivo. La smeno all'universomondo, ma vedere le cose così, messe nero su bianco, aiuta un casino. Ridimensiona. E mi rendo conto di avere una fortuna enorme, perchè ho tante persone che (consapevolmente!!) mi stanno vicino, mi ascoltano/leggono e mi sostengono. Per una persona che non mi ha voluta, ne ho altre 10 che mi vogliono bene e che si prendono cura delle mie ferite dell'anima. E non parlo (solo) dela psicologa.

Sono sfacciatamente, incredibilmente, immeritatatamente e enormemente FORTUNATA.

Quindi apologia del buttar fuori tutto, in qualunque modo: tenersi il dolore dentro lo aiuta solo a germogliare e mettere radici. Apologia della psicologa, che mi ha fatto prendere coscienza di tutti questi meravigliosi cuscinetti paracadute che ho attorno: le Amiche, i viaggi, la scrittura, il teatro, insomma: la mia vita.






39 commenti:

  1. E' un bellissimo post questo, da leggere ogni volta che ci si sente un po' giù! E poi, prenotare un viaggio è sempre la soluzione migliore per qualsiasi tipo di problema :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viaggiare risolve sempre tutti i problemi! ;-)

      Elimina
  2. Questo atteggiamento mi piacedapazzi!
    Bravi Bì combattiva come sempre, la tua energia arriva fino a me, non sei solo fortunata sei una leonessa!

    Un bacione

    RispondiElimina
  3. Salvo questo post e lo leggo nei momenti no o, ancora meglio, lo propongo come ancora di salvataggio a chi sta in un momento no. Sei una grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Princi, cerco di stare a galla...e di tornare a riemergere prima possibile!

      Elimina
  4. Io non ce la faccio a parlare, a esternare i miei malumori... hai ragione... a tenerli dentro germogliano... ma comincio a non fidarmi più di nessuno, a non voler più parlare con le persone... come te hai bandito Tiziano Ferro dall'Ipod... io devo bandire lui e Jovanotti!!! ;) però un weekend lungo l'ho prenotato pure io... almeno mi muovo un po'! e per ottobre... accarezzo un'idea parecchio malsana... New York! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece mi sono messa a raccontare tutto a tutti (certo, agli amici mica agli sconosciuti!) e mi fa un gran bene...ridimensiono e ci rido pure su, almeno vedo il lato tragicomico di tutta la faccenda.
      E per NY...vai, vai, va anche a nuoto se necessario! E' un posto strepitoso, una delle città più magiche del mondo, non può farti che bene!!

      Elimina
  5. Fantastica Bi, fantastica!
    Non lasciarti schiacciare dal dispiacere, vivi, sorridi e fai di questo momento un tassello in più verso la felicità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cacchio Giulia, in realtà se mi fermo troppo a pensare mi sale un'enorme tristezza per quello che poteva essere e non è stato, per aver perso una persona che credevo speciale...ma poi riprendo a scrivere, parlare, fare, pensare, e vado avanti. Prima o poi arriverà, uno che mi prende così come sono, tutto il pacchetto!

      Elimina
  6. Hai fatto bene a chiudere il rapporto, lui stranamente nemmeno si è posto il problema o reso conto della cosa, bah!
    Hai fatto bene, fidati.

    Ora vivi come vuoi, fai altrettanto bene a svagarti con amici, con weekend e gite.
    Ti aiuterà a conoscere nuove persone e dare quelle piccole svolte positive da cui si riparte!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie MOZ, anch'io sono convinta che fosse l'unica soluzione possibile e dignitosa...fa male, tanto, ma meglio un taglio netto ora che inutili strascichi. E chi vivrà, vedrà ( possibilmente con un bicchiere in mano!) :P

      Elimina
  7. mi dispiace leggere di quest'epilogo ma invidio la tua forza. La forza di chiudere un rapporto che non era quello che volevi e soprattutto la forza di reagire scegliendo di vivere anzichè crogiolarti nel dolore.
    Hai il mondo in mano ragazza, potrà solo andare bene.

    un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie....speriamo. Fa comunque male, ma meno di quanto temessi. Avanti tutta! :-)

      Elimina
  8. un epilogo alquanto sventurato ragazza...
    speriamo che, come dicono tutti, il tempo aiuti a lenire le ferite del cuore

    RispondiElimina
  9. Un epilogo demmerda, peraltro già visto e sentito. Sono un po'stufina di prenderla sempre in quel posto...e di avere un cuore pieno di toppe e cicatrici. Ma hai ragione, il tempo fa miracoli

    RispondiElimina
  10. brava... ma sai è proprio nell'assenza che ci si accorge veramente dei sentimenti
    - quelli veri - quindi perchè disperare... possibile che torni

    e se non torna peggio per lui cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no, pur sperandoci (sono onesta, lo ammetto), lui non tornerà. Non mi vuole, non come compagna almeno. Niente storie di letto, ma la violenza e il logoramento psicologici fanno quasi più mela delle botte e via...a quelle ero più abituata!

      Elimina
  11. Ma non ho capito. Che tipo di amico era? ... Tipo anche a letto?

    RispondiElimina
  12. Be', mi sembra il modo giusto di reagire ! Forza e coraggio! :)

    RispondiElimina
  13. Brava ragazza!!! E vivaddio per l'esilio di Tiziano Ferro O_o...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehehe, nonostante il mio GRANDE amore per Tiziano, ora è proprio l'ultima cosa di cui ho bisogno!!

      Elimina
  14. Vivendo la mia vita, leggendo voi, ascoltando le amiche mi viene solo un dubbio: perché loro non ce la fanno mai? Perché?
    Ma 'sti uomini spaventati, delusi, troppo coinvolti da storie precedenti, confusi li becchiamo solo noi (cioè il 90% delle donne che conosco) o sono tutti così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, dai, non siamo tutti così :-)

      Elimina
  15. Non è certo consolante, ma siamo in tante, TANTISSIME sulla stessa barca...io proprio non lo so Emme, che cosa ho fatto/facciamo di male per meritare certi incontri. Che è vero che la delusione fortifica e aiuta a crescere e maturare, ma io sono davvero davvero stanca di essere sempre la roccia di turno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco che il mio è un discorso da vecchi ... d'altronde ... però quello che io mi chiedo spesso è perchè le donne, quando incontrano un uomo per cui provano qualcosa ma che (per ennemila motivi) non prova per loro sentimenti simili, si incaponiscono sperando di fargli cambiare opinione. Al mondo siamo più di 5 Miliardi, quindi ci sono circa 2,5 miliardi di uomini. dei quali (escludendo i ragazzini e gli anziani) almeno 1 Miliardo papabili, dei quali almeno 500 milioni migliori di quell'uomo ... non è l'unico, se non va cercatevene un altro (si lo so, non è così semplice, però non dovrebbe neanche essere troppo complicato)

      Elimina
    2. Io non mi sono incaponita, al contrario: ho chiuso la saracinesca sul nostro rapporto proprio perché so che lui non cambierà, e non intendo combattere contro i mulini a vento per uno che mi dice esplicitamente che mi considera un'amica e basta. Siccome non sono ancora del tutto scema (e masochista) da pretendere di cambiarlo, ma nemmeno di cambiare i miei di sentimenti, meglio finirla qui. :,-(

      Elimina
    3. lo avevo capito, ma mi pare (leggendo qui e là nella blogsfera) che sei una mosca bianca :-)

      Elimina
  16. Brava!!! Grandissima!!! Fanculo al siamo grandi amici...Don Chisciotte lasciamolo fare a lui! Ricostruirsi è faticoso ma anche molto divertente ;)
    Hai pensato a un taglio di capelli? Io dato un taglio alla lunga chioma e ora anche le mie idee si sentono più leggere ;)
    Anche le parrucchiere possono essere terapeutiche :)

    RispondiElimina
  17. Mi ha toccato questo post, traspare la tua sofferenza. Io la leggo tra le parole stordite. Mi sono persa gli ultimi risvolti della tua storia...ma spero che questa terapia d'urto non ti logori. Un abbraccio sincero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e hai letto bene Tina: stordita e triste sono proprio le parole giuste...grazie per l'abbraccio.

      Elimina
    2. E' terribile quel "ti voglio bene ma non ti amo" o roba simile, l'ho provato anche io...per me è incomprensibile, evidentemente è un modo di sentire proprio maschile.

      Elimina
  18. Ti capisco, forse fin troppo bene. Riprenditi, si forte.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...