lunedì 19 maggio 2014

Chiamata al dovere civico&morale, o del post politicizzato



Tornai.
Veni, vidi vici, come diceva qualcuno. Cuba è stata rigenerante, 2 settimane belle piene, di totale isolamento dal mondo: niente tv, niente giornali, niente internet, telefono acceso ogni tot per far sapere a mia madre che ero viva e stop.
MA, mi dispiace deludere le aspettative, a questo giro niente resoconti di viaggio. Non ancora.
Non mi sono affacciata prima alla blogosfera perchè al mio rientro sono stata iper-assorbita da una questione (non ancora finita per altro) che mi appassiona molto: 
le elezioni europee di domenica prossima.
Se siete irritabili e sensibili all'argomento, potete anche smettere di leggere qui; tanti saluti e amici come prima. Se invece vi viene la curiosità di sapere perchè e per chi mi sto dedicando anima e cervello, vi lascio le righe che seguono.

Da qualche tempo mi appassiono di Europa. Forse da quando ho fatto l'erasmus, prima ancora di studiarla e viverla a Bruxelles. Siccome mi rendo conto che siamo ad un momento cruciale per l'Europa e l'Italia in essa, che c'è in giro tanto, troppo livore e malcostume politico, nonchè gravi ignoranze di sistema, invece di stare lì in un angolo a lamentarmi ho deciso che era mio dovere civico e morale fare qualcosa.
Cosa ho fatto dal mio basso?!

Per iniziare a informarmi, ho iniziato a seguire i profili Twitter dei candidati dell'area politica che mi intressa (anche se alle ultime politiche ho dato un voto diverso, di protesta, l'area non cambia) della mia circoscrizione elettorale. Ho iniziato a interagire con quelli che mi sembravano toccare temi per me interessanti. Una mi ha risposto. Le ho chiesto se voleva una mano nella mia zona. Ha detto sì. Ho detto non sto scherzando. Ha risposto nemmeno io. Mi ha aggiunta su Facebook, mi ha inserita nel suo gruppo organizzativo. Ho cercato di capire chi la seguiva qui nella mia città. Sono entrata in contatto con il partito locale, ho conosciuto il candidato della mia regione. Semplice, diretto, alla mano. Voglio rendermi utile ho detto. Bene, benvenuta, grazie per la disponibilità.

E così, domenica scorsa mi sono aggregata a lui per andare a conoscere la 'mia' candidata, quella che mi ha risposto su Twitter. Ho sentito parlare lei e i suoi colleghi (purtroppo) di altre circoscrizioni: bello, bellissimo. Per la prima volta, belle parole, semplici, dirette, di quelle che volevo sentire da tempo e nessuno dice. Gente normale, quei candidati al Parlamento Europeo, che puoi parlargli appena scendono dal palco, che non gira in auto blu ma viene in piazza al comizio in treno, zaino in spalla e con i figli al seguito, come in gita fuori porta. Un'atmosfera da grande famiglia, anche per chi, come la sottoscritta, non è nessuno e non conosceva nessuno.

Ecco, tutto questo per dire che la politica, quella buona, è ancora possibile. Non ho fatto nomi in questo mio post, per rispetto alle opinioni di tutti. Ma se vi è venuta la curiosità di sapere chi è stata colei che mi ha risposto su Twitter, alla quale ho stretto la mano e mi ha ringraziata per quello che faccio per lei, eccola qui. E l'altro, quello della mia piccola città, è questo qui, che mi ha dato fiducia e simpatia così, spontaneamente. Certo, dovete essere della circoscrizione Nordest per votarli. Ma se per caso siete del Centro, date un'occhiata a lei: quando l'ho sentita parlare domenica scorsa, mi sono quasi commossa. Come, passando al Nordovest, mi hanno colpita l'entusiasmo contagioso e l'energia di questa persona, e gliel'ho anche detto appena sceso dal palco.

P.S.: un'ultima cosa, poi vado: scherzi a parte, domenica andate a votare, è importante. C'è in ballo il presidente della Commissione, che deve essere una figura forte e credibile per contrastare l'ingerenza degli Stati Membri. Anche se i media danno sempre la colpa di tutto a una generica 'Bruxelles', la vera colpa è aver avuto una Commissione debole che non sapesse imporsi e portare avanti gli interessi dell'Unione, nel suo totale, quindi anche degli Stati piccoli e sfigati. C'è bisogno di un rilancio, che può avvenire solo nel sistema, dal sistema e col sistema. Domenica andiamo a costruire la nuova Europa.

P.P.S.: assaggini cubani



18 commenti:

  1. brava, brava, brava Bì. Finalmente qualcuno che parli di politica descrivendola per quello che è e non denigrandola, demonizzandola, sminuendola.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cacchio, grazie a te Emme, temevo che scrivendo di certe cose arrivassero solo insulti!

      Elimina
  2. Oddio tesoro scusa sono stata trooooppo distratta da quelle foto :D

    RispondiElimina
  3. Grazie, davvero. Sentivo il bisogno di un post come questo!

    RispondiElimina
  4. Yeee grazie per le dritte, la chiamata alle armi è doverosa!
    Poi ci parlerai di cuba vero?

    RispondiElimina
  5. Grande Paolo, all'armi!!
    Certo certo, presto altri flash cubani! ;-)

    RispondiElimina
  6. Mi trovi super concorde Bi!! votare è un diritto ma soprattutto un dovere :)
    come stai???

    RispondiElimina
  7. Votato...fatto...e incrociamo le dita!!! Ammetto che la mia sfiducia nella politica peggiora di giorno in giorno. Mi piacciono, mi convincono, sanno cosa si deve fare per migliorare le cose e sembra che sappiano anche come fare...e poi? Si rincoglioniscono sempre tutti??????????
    Staremo a vidé...
    Besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io a sto giro ho provato a dare fiducia alla persona. Quella che sostenevo io ce l'ha fatta, ora stiamo a vedere, infatti...

      Elimina
  8. ho votato, ma non il partito della candidata che tu indicavi ... non ce la potevo fare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehe, capisco benissimo, anche io non volevo votarlo (alle ultime politiche NON l'ho votato), ma poi mi sono imbattuta in quelle persone che mi hanno fatta ricredere...ho dato il voto a loro e per loro, non al partito :-)

      Elimina
  9. hai ragione tu, e chiunque dopo di te abbia commentato, BISOGNA votare
    anche solo per il diritto alla lamentela...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto! Se penso che mia nonna se l'è dovuto conquistare il voto, lo considero ancora di più un dovere morale

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...